Proteus vulgaris

Proving Scuola di Medicina Omeopatica di Verona

IL MEDICO OMEOPATA n. 56 (Giugno 2014)
XII Congresso FIAMO (Firenze, 28-30 Marzo 2014)


Gobbi Frattini B, Allegri F, Calieri R, Ceradini B, Hodor A, Mariotti I, Mayer M, Medea S, Pomposelli R, Serio S, Tonini E, Dominici G

La sperimentazione sull’uomo sano di sostanze preparate omeopaticamente genera una malattia artificiale (patogenesi) i cui sintomi ne permettono la prescrizione come rimedio omeopatico. La Scuola di Verona organizza periodicamente dei provings a scopo sperimentale e didattico. Nel 2013 ha avuto luogo la 4a sperimentazione. La sostanza scelta è stata Proteus vulgaris. Sono stati selezionati 15 provers, 10 supervisori, 1 coordinatore e 1 direttore. Si è sperimentata un’unica potenza: 200 K. Sono stati inseriti 3 flaconi placebo, nella misura quindi del 20%. Si è adottata una procedura in triplo cieco. La durata dell’osservazione è stata di 30 giorni, con controlli successivi fino a 1 anno. I sintomi emersi dalla sperimentazione sono stati caratterizzati da intensità e violenza. Sul piano mentale si è osservato, a carico di più prover, la tendenza ad assumere atteggiamenti critici e determinati, con collera e rottura di rapporti interpersonali, amorosi, lavorativi. Sono emersi istinti omicidi e ideazione suicidiaria. Sul piano fisico si è notato un particolare tropismo nei confronti della gola, con disfagia, sensazione di oppressione e soffocamento. L’apparato gastroenterico è risultato coinvolto con dolori addominali e pelvici, bruciore retrosternale, sensazione di gonfiore gastrico e stipsi. I sintomi generati dal proving di Proteus vulgaris sono stati particolarmente intensi e definiti, persino pericolosi per alcuni provers. La patogenesi è risultata adeguata a prescriverlo come rimedio omeopatico. I proving ben condotti rappresentano uno strumento prezioso ed insostituibile: mettono a disposizione della comunità omeopatica nuovi medicamenti e nuove possibilità terapeutiche; migliorano le capacità diagnostiche e prescrittive dei partecipanti.

Continua a leggere..
Colibacillinum_Proving

Colibacillinum

Proving 2011 della Scuola di Omeopatia di Verona

IL MEDICO OMEOPATA n. 48 (Dicembre 2011)
IV SIMPOSIO INTERNAZIONALE DI OMEOPATIA ITALO-BRASILIANA
Assergi (AQ), 16-18 Settembre 2011


Scuola di Omeopatia di Verona
Dott. Gustavo Dominici

Colibacillinum è un nosode poco conosciuto. La Scuola di Omeopatia di Verona ne ha organizzato la sperimentazione omeopatica fra Febbraio e Maggio 2011 con la partecipazione di studenti e docenti: 15 provers, 6 supervisori, 1 coordinatore ed 1 direttore. La sperimentazione è stata in triplo cieco, con il 20% di placebo. Sono state utilizzate potenze 30CH (6), 200CH (3), MK (3), oltre a placebo (3). Il periodo di osservazione è stato di 30 giorni. L’articolo riporta la sintomatologia raccolta (patogenesi). I risultati permettono di prescrivere Colibacillinum come medicina omeopatica.

Continua a leggere..

Sample Header

Risultati del Proving ed uso clinico nell’uomo e negli animali

63° CONGRESSO INTERNAZIONALE L.M.H.I.
20-25/5/2008 – Ostenda (Belgio)


Dott. Gustavo Dominici – Dott. Mauro Dodesini

Il Proving omeopatico di Hydrogenium peroxidatum (H2O2) ebbe luogo fra Febbraio e Giugno 2004 con le modalità di una sperimentazione in doppio cieco, randomizzata e con uso del placebo. [1,2]. L’elaborazione dei dati fu difficile a causa del lento sviluppo della sintomatologia nei provers. Hydrogenium peroxidatum fu somministrato alla dinamizzazione omeopatica 30 CH. Due provers continuarono la sperimentazione oltre i due mesi stabiliti ed assunsero anche la potenza 200 K, prolungandola fino a sei mesi. Il presente lavoro mostra i risultati del Proving e l’uso clinico di Hydrogenium peroxidatum (H2O2) nell’uomo e negli animali. I risultati clinici evidenziano la capacità di questo medicamento omeopatico di migliorare e perfino di guarire il deficit intellettivo di natura funzionale ed organica. I primi incoraggianti risultati potrebbero essere molto importanti nella terapia delle malattie degenerative del SNC, che sono fortemente in aumento. Se così fosse la terapia omeopatica potrebbe risultare utile dove la Medicina tradizionale ha poche possibilità di successo.
PREMIO PER LA MIGLIORE PRESENTAZIONE DEL CONGRESSO

Continua a leggere..

Il Proving di ETNA LAVA

Sperimentazione omeopatica del vulcano Etna

IV CONGRESSO DI MEDICINA OMEOPATICA F.I.A.M.O.
Roma, 10-12 Ottobre 2003


Dott. Pietro Gulia – Prof. Giusi Pitari – Dott. Gustavo Dominici

Il lavoro espone gli aspetti più significativi di una sperimentazione in doppio cieco della lava del vulcano Etna: ETNA LAVA. Il proving ha avuto luogo dall’Ottobre 2001 al Marzo 2002, con la partecipazione di 11 sperimentatori divisi in tre gruppi, tre supervisori e un coordinatore. Si sono seguite le regole della sperimentazione hahnemanniana classica. Si è utilizzato il rimedio in gocce alla potenza 30 CH e successivamente 200K, in somministrazioni ripetute, dopo energica succussione, fino alla comparsa del primo sintomo sperimentale. Inoltre è stato somministrato placebo nella misura del 27%. Sono state registrate oltre 300 note sintomatiche, rilevando nei diversi sperimentatori un significativo ripetersi di peculiari sintomi generali e mentali. Il lavoro illustra le caratteristiche della sostanza, la metodologia, la sintomatologia emersa, infine i primi riscontri clinici.
PREMIO IN MEMORIA DEL DOTT. PORTONE COME MIGLIORE PRESENTAZIONE

Continua a leggere..

Evoluzione e perfezionamento del proving

Esempio di Streptococcinum: metodo, risultati, applicazioni cliniche

I CONGRESSO INTERNAZIONALE DI MEDICINA OMEOPATICA I.R.M.S.O.
Roma, 18-20 Ottobre 2013


Dott. Gustavo Dominici

Introduzione: La sperimentazione pura (proving) permette di conoscere le possibilità patogene e terapeutiche di sostanze dinamizzate secondo il metodo hahnemanniano per utilizzarle come rimedi omeopatici. L’Autore ha perfezionato nel tempo una metodologia essenziale ed efficace. Viene illustrato l’esempio di Streptococcinum, sperimentato nel 2012 alla Scuola di Omeopatia di Verona.
Materiali e Metodi: Viene illustrato il protocollo terapeutico utilizzato, che implica: un seminario introduttivo con esercitazioni pratiche e la selezione dei partecipanti; la sostanza da sperimentare, in questo caso Streptococcus pyogenes ceppi Rosenbach, Mercy n. 433 e 434; il proving, realizzato in triplo cieco con potenze 30CH (4), 200CH (4) ed MK (4), e gruppi di controllo placebo (4); un seminario conclusivo. I dati ottenuti vengono poi elaborati secondo criteri molto stretti, che evitano l’inserimento di sintomi non appartenenti alla sostanza sperimentata. Risultati – Si illustra la sintomatologia di Streptococcinum (patogenesi). Partendo da essa si esaminano le ipotesi terapeutiche ed i primi risultati clinici.
Discussione: In base agli elementi raccolti si esaminano alcuni punti critici della metodologia utilizzata e si espongono i requisiti essenziali per ottenere i migliori risultati dalla sperimentazione pura.
Conclusioni: Dagli elementi raccolti si conclude che il proving è il metodo migliore per conoscere le potenzialità patogene e quindi terapeutiche di una sostanza dinamizzata secondo il metodo hahnemanniano.

Continua a leggere..

Sample Header

Analisi del proving di Verona dell'Aprile-Maggio 2009; integrazione con i risultati del proving di Roma del 2004

IL MEDICO OMEOPATA n. 42 (Novembre 2009)

Scuola di Omeopatia di Verona
Dott. Gustavo Dominici

L’acqua ossigenata o perossido d’idrogeno, preparata omeopaticamente con il nome di Hydrogenium peroxidatum, fu sperimentata per la prima volta dal Febbraio al Maggio del 2004. Nell’Aprile del 2009 la Scuola di Omeopatia di Verona organizza un proving didattico per studenti e docenti e ciò permette una nuova sperimentazione della sostanza. In questo articolo vengono esposti i criteri utilizzati per il proving di Verona ed i risultati. Si valuta il valore didattico dell’esperienza. Si espongono alcune considerazioni generali nei riguardi del proving.

Continua a leggere..

LA VITALITA’ PERDUTA DI HYDROGENIUM PEROXIDATUM

Sample Header

VII CONGRESSO DI MEDICINA OMEOPATICA FIAMO
Roma 10-12/11/2006


Dott. Gustavo Dominici

La sperimentazione omeopatica di H2O2, molecola nota per i suoi effetti tossici e per alcune delle sue funzioni fisiologiche, venne condotta tra Febbraio e Giugno 2004: lo studio fu multicentrico, doppio cieco e incluse l’uso del placebo. I sintomi si svilupparono con lentezza e questo rese difficile una analisi statistica e accurata dei dati provenienti dai vari gruppi di sperimentatori. Il presente lavoro riporta i risultati parziali della sperimentazione omeopatica di Hydrogenium peroxidatum (H2O2) e la loro iniziale verifica clinica. Si mostrano i risultati di un gruppo di 4 provers di cui l’Autore è stato supervisore, che assunsero la potenza 30 CH del rimedio, e di due di loro che assunsero successivamente la potenza 200K e protrassero l’autosservazione. Viene esaminata l’esperienza di ogni singolo prover per meglio comprendere la profondità della sperimentazione omeopatica e l’impegnativo coinvolgimento richiesto. I sintomi prodotti da Hydrogenium peroxidatum, a volte di drammatica intensità da richiedere di essere antidotati, sono sufficienti a tracciare un quadro patogenetico e quindi una iniziale verifica clinica.

Continua a leggere..

Ilex paraguaiensis - Mate

Una Sperimentazione Omeopatica

IL MEDICO OMEOPATA n. 15 (Dicembre 2000)

Dott. Maurizio Paolella – Dott. Gustavo Dominici

Questo articolo racconta il risultato di una Sperimentazione iniziata il 14 Gennaio del 2000, effettuata da un gruppo di provers alla loro prima esperienza. Abbiamo scelto di pubblicare una sintesi del lavoro perch è i risultati sono stati così sorprendenti da meravigliare per primo noi stessi. Noi crediamo che il successo sia dovuto allo scrupoloso lavoro di preparazione, perciò quello che segue può essere d’aiuto ad altri gruppi di sperimentazione per migliorare i loro risultati.

Continua a leggere..
Streptococcinum_2012

Streptococcinum

Proving 2012 della Scuola di Omeopatia di Verona

Scuola di Omeopatia di Verona

Dott. Gustavo Dominici

Il nosode Streptococcinum è un medicamento omeopatico prodotto a partire da due ceppi di Streptococcus pyogenes Rosenbach, Mercy n. 433, 434. La Scuola di Omeopatia di Verona ha organizzato la sperimentazione omeopatica (proving) di Streptococcinum fra Febbraio e Maggio 2012. I partecipanti sono stati reclutati fra studenti e docenti della scuola: 16 provers, 6 supervisori, 1 coordinatore ed 1 direttore. La sperimentazione è stata in triplo cieco, con il 25% di placebo. Sono state utilizzate potenze 30CH (4), 200CH (4) ed MK (4), e gruppi di controllo placebo (4). Il periodo di osservazione è stato di 30 giorni. Periodicamente sono stati consultati i provers per verificare la persistenza dei sintomi sviluppati, fino a 12 mesi dopo l’inizio del proving. La sintomatologia raccolta è particolarmente suggestiva. Essa sembra riprodurre sperimentalmente alcune patologie causate dallo Streptococcus pyogenes, quali la scarlattina e la malattia reumatica. Particolarmente colpito anche l’apparato digerente. Il proving si conferma una metodica sperimentale attendibile e fonte di importanti informazioni circa la sostanza sperimentata e la profondità e durata d’azione del rimedio omeopatico.

Continua a leggere..

Il Proving secondo i criteri della Sperimentazione Scientifica

Sample Header

II SIMPOSIO INTERNAZIONALE DI OMEOPATIA ITALO-BRASILIANA
S. Paolo, Brasile – 17 Settembre 2008


Dott. Gustavo Dominici

Il lavoro espone il percorso di perfezionamento della metodica della sperimentazione omeopatica, detta Proving. Le esperienze dell’Autore, in vari gruppi di lavoro, dimostrano come i parametri della sperimentazione scientifica, in particolare l’uso del placebo e del doppio cieco, siano indispensabili per la correttezza e l’attendibilità dei risultati. A questi vanno aggiunti una adeguata preparazione dei provers, dei supervisori esperti, l’accortezza di evitare incontri pre-proving. E’ inoltre raccomandabile evitare la ricerca forzata del sintomo mentale e ridimensionare l’importanza generalmente attribuita ai sogni. Il lavoro illustra i provings di Etna lava e Hydrogenium peroxidatum con i principali sintomi prodotti dai provers e la verifica clinica, nel caso di H. p. anche negli animali.

Continua a leggere..

ETNA LAVA

Recenti acquisizioni cliniche

V CONGRESSO DI MEDICINA OMEOPATICA FIAMO
Roma, 10-12 Ottobre 2003


Dott. Gustavo Dominici

Il proving della lava del vulcano Etna ha meno di due anni di vita, nonostante ciò la chiarezza dei sintomi forniti dai provers ne ha permesso una precoce prescrizione. I dati raccolti dai pazienti curati dal rimedio con un follow up di oltre un anno, sommati ai dati relativi ai casi acuti ed ai sintomi patogenetici generati involontariamente da altri pazienti, permettono di definire con precisione la fisionomia del rimedio. Si delineano tre diverse tipologie del paziente Etna lava, sinteticamente descritte, seguite dalla relativa casistica.

Continua a leggere..
La_Via_del_Simillimum

La Via del Simillimum

La ricerca del medicamento perfetto

I CONGRESSO DI MEDICINA OMEOPATICA F.I.A.M.O.
Roma, 2-3 Ottobre 1999


Dott. Gustavo Dominici

Curare omeopaticamente è ricercare il Simillimum del caso. Tale ricerca spesso risulta difficile. Non basta un’attenta analisi del paziente ed un diligente studio dei medicamenti, occorre sviluppare una spiccata sensibilità a riconoscere e definire ciò che è veramente importante nei pazienti e nei medicamenti. Per ottenere ciò il medico deve sostenere una scrupolosa preparazione che in un primo tempo comporta un accurato studio dei suoi sintomi ed una valutazione del loro mutamento con la terapia omeopatica. In un secondo tempo il medico può affrontare la Sperimentazione pura/Proving, che lo perfezionerà nella conoscenza dei sintomi a lui estranei. Quindi la Sperimentazione non è solamente fonte di studio di nuovi medicamenti, ma è il mezzo più veloce per diventare ottimi terapeuti. E’ mostrato il caso di un’aspirante prover. Il lavoro vuole essere testimonianza ed incoraggiamento ad esplorare lo sconosciuto per migliorare se stessi e per arricchire le conoscenze della comunità omeopatica.

Continua a leggere..
Vuoi prenotare la Visita Omeopatica? Prenota subito
Hello. Add your message here.