Un caso di broncopolmonite risolto con terapia omeopatica in paziente con patologie croniche

Un caso clinico

IL MEDICO OMEOPATA n. 68 (Luglio 2018)
Dott. Gustavo Dominici
La terapia convenzionale dei vari tipi di polmonite e broncopolmonite non è sempre efficace e risolutiva, spesso il decorso della malattia è prolungato e seguito da lunghe convalescenze. In questo settore la Medicina Omeopatica può essere molto utile ottenendo guarigioni brillanti, veloci e senza effetti collaterali. Il risultato non può essere dato per scontato, ma è il frutto di un accurato esame del caso, precisione nella prescrizione e monitoraggio costante del paziente. In caso di difficoltà occorre tornare alle terapie convenzionali, in primis per la sicurezza del paziente,ma anche per possibili conseguenze medico-legali. L’Autore presenta un caso clinico di polmonite resistente alle terapie farmacologiche e facilmente guarita dalla terapia omeopatica in un paziente con patologie croniche.

Continua a leggere..

OMEOPATIA E GERIATRIA

Malattia degenerativa in una paziente anziana

IL MEDICO OMEOPATA n. 65 (Luglio 2017)
Dott. Gustavo Dominici
L’Autore mostra il caso clinico di una paziente 95enne curata negli ultimi 13 anni con l’Omeopatia Classica o Hahnemaniana per numerose e gravi patologie degenerative. Si descrivono i 10 quadri clinici più importanti con la sintomatologia, la terapia e l’evoluzione. In particolare si illustra il quadro clinico di anemia aplastica, completamente risolto con la terapia omeopatica.

Continua a leggere..

L’ omeopatia in un caso di malattia o morbo di Crohn complicato da fistola anale

Un caso clinico

IL MEDICO OMEOPATA n. 64 (Marzo 2017)
Dott. Gustavo Dominici
L’Autore riporta il caso clinico di un giovane paziente affetto da Morbo di Crohn, con dimagramento e debilitazione, complicato da fistola anale per la quale ha già subito un intervento. La terapia omeopatica, prescritta secondo i criteri dell’Omeopatia Classica, risolve il caso. Questo risultato non può essere generalizzabile a tutti i casi di Morbo di Crohn, ciò nonostante dimostra con evidenza la potenzialità terapeutica della Medicina Omeopatica in situazioni di questo tipo.

Continua a leggere..

L’omeopatia in pazienti affetti da cancro in trattamento con chemioterapia.

Un caso clinico di paziente con cancro del colon con metastasi estese

IL MEDICO OMEOPATA n. 63 (Dicembre 2016)
Dott. Gustavo Dominici
L’Autore riporta il caso clinico di una paziente di sesso femminile affetta da cancro del colon estesamente metastatizzato, curata con la Medicina Omeopatica nei 21 mesi finali della sua esistenza. La paziente ebbe benefici importanti dalla terapia, riuscendo a superare anche gli effetti collaterali della chemioterapia aggressiva alla quale era sottoposta. Il caso è simile a molti altri, in particolare di pazienti di sesso femminile in chemioterapia per cancro della mammella. I risultati dimostrano con chiarezza la potenzialità terapeutica della Medicina Omeopatica in situazioni di questo tipo.

Continua a leggere..

La guarigione omeopatica

Un caso di Psoriasi e rinite ed asma allergiche

IL MEDICO OMEOPATA n. 46 (Marzo 2011)
Dott. Gustavo Dominici
In Medicina Omeopatica per guarigione del soggetto malato si intende sia la soluzione delle patologie organiche che la modifica in positivo della sintomatologia mentale, anche se non corrispondente ad un definito quadro nosologico.
Si presenta un caso clinico di una giovane Paziente guarita di Psoriasi e di Rinite allergica complicata da Asma allergica. Ciò nonostante la vera e definitiva guarigione si è avuta solo quando il suo stato d’animo ed il suo approccio alle problematiche esterne non si sono definitivamente modificati.

Continua a leggere..

Un caso di Lichen Simplex e Lichen Ruber Planus curati con l'Omeopatia

Potenzialità dei medicamenti omeopatici ed aggravamento omeopatico

IL MEDICO OMEOPATA n. 50 (Luglio 2012)
Dott. Gustavo Dominici
Nella pratica clinica i medicamenti omeopatici dimostrano di possedere una potenzialità d’azione molto elevata, tale da guarire gravi malattie o anche dare luogo a manifestazioni patologiche di elevata intensità. Questa seconda possibilità è più probabile con alcuni di essi, i cosiddetti rimedi anti-psorici, ed in particolare con Sulphur. L’Autore descrive un caso clinico paradigmatico in cui il medicamento prescritto porta alla risoluzione della patologia, ma anche ad una manifestazione cutanea grave, che viene risolta velocemente solo dopo un attento studio del caso.

Continua a leggere..

L'Omeopatia nella terapia della broncopatia cronica ostruttiva (BPCO)

Un caso di Kalium carbonicum

IL MEDICO OMEOPATA n. 45 (Dicembre 2010)
Dott. Gustavo Dominici
Il metodo dell’Omeopatia Classica comprende un esame dettagliato del Paziente, con evidenziazione dei sintomi caratteristici, poi la prescrizione del medicamento omeopatico più simile al quadro clinico globale (Simillimum). Quando queste due fasi sono sviluppate con precisione il risultato della terapia è il miglioramento o la guarigione, anche nel caso di patologie croniche di lunga durata, come la broncopatia cronica ostruttiva. Si presenta un tipico caso clinico.

Continua a leggere..
Mononucleosi_fig1_abs

L'Omeopatia nella cura della mononucleosi infettiva

Alcuni casi clinici

IL MEDICO OMEOPATA n. 13 e 19
Dott. Gustavo Dominici
La mononucleosi infettiva, malattia acuta causata dal virus di Epstein Barr, membro della grande famiglia degli Herpes virus, è sempre più frequente, in particolar modo fra bambini e adolescenti. È una malattia benigna, ma va tenuto conto del conseguente disordine immunitario che si viene a generare. Un Paziente che ammala ho è ammalato di mononucleosi è un soggetto che va curato in profondità perchè recuperi in piena lo sua salute.
La Medicina Omeopatica, se usata con precisione, può risolvere velocemente questa patologia, dove la Medicina Classica non dispone di alcuna terapia efficace.

Continua a leggere..

L’Omeopatia nella cura della fibromialgia. Casi clinici

I dolori di Actea racemosa o Cimifuga

IL MEDICO OMEOPATA n. 62 (Giugno 2016)
Dott. Gustavo Dominici
La patogenesi di Actea racemosa comprende caratteristici dolori a livello muscolare e nervoso ed una sintomatologia mentale realmente simili a molte condizioni reumatiche, in particolare alla cosiddetta fibromialgia. In effetti nella pratica clinica Actea racemosa risulta notevolmente efficace in pazienti: prevalentemente donne, eccitabili, estroverse, piene di energie, spesso molto loquaci, a volte con intense fobie di essere uccise, dei topi, della pazzia, delle malattie. Actea racemosa può curare queste condizioni, altrimenti difficili da affrontare sia con la terapia convenzionale che omeopatica. L’Autore presenta tre casi clinici.

Continua a leggere..

L'Omeopatia nelle broncopolmoniti

Analisi di alcuni casi in corso di epidemia virale

IL MEDICO OMEOPATA n. 43 (Aprile 2010)
Dott. Gustavo Dominici
L’Autore riporta sei casi clinici di broncopolmonite trattati con terapia omeopatica, in un lasso di tempo di 40 giorni, durante un’epidemia virale. I risultati raggiunti vanno da guarigione molto rapida a necessità di intervento con terapia classica e ricovero ospedaliero.
Dall’esame dei casi risulta che la terapia omeopatica può ottenere risultati persino eccezionali in tale patologia, ma occorre la concomitanza di numerosi fattori: l’attenta analisi del caso, la precisione nella scelta terapeutica, il monitoraggio del caso sia telefonico che domiciliare, la disponibilità del Paziente o di chi ne ha la responsabilità.

Continua a leggere..

La terapia omeopatica nella porpora trombocitopenica idiopatica (PTI)

Due casi clinici

IL MEDICO OMEOPATA n. 47 (Luglio 2011)
Dott. Gustavo Dominici
L’articolo riporta due casi clinici di Porpora Trombocitopenica Idiopatica (PTI), un adulto ed un bambino, curati con l’Omeopatia Classica. L’adulto, durante le fasi iniziali della terapia omeopatica, ha avuto due crisi di piastrinopenia con sintomi emorragici, risolti da una breve terapia corticosteroidea. In entrambi i Pazienti il numero di piastrine nel sangue si mantiene normale da più di due anni. La terapia omeopatica è stata efficace anche verso le altre patologie concomitanti.

Continua a leggere..

L'Omeopatia nella terapia delle nevrosi

Un caso di Sabadilla

IL MEDICO OMEOPATA n. 44 (Giugno 2010)
Dott. Gustavo Dominici
I Pazienti sofferenti di nevrosi sono in genere più difficili da curare rispetto a quelli sofferenti di una patologia organica, ed occorre individuare il medicamento omeopatico che corrisponda perfettamente alla sintomatologia, detto Simillimum del caso. Si descrive un caso clinico di tale patologia, la reazione iniziale del Paziente alla terapia – positiva, ma insufficiente – infine la guarigione dopo la prescrizione ripetuta del medicamento Simillimum.

Continua a leggere..
Plumbum_abs

L'Omeopatia nelle neuropatie

Casi clinici di Plumbum metallicum

IL MEDICO OMEOPATA n. 40 (Marzo 2009)
Dott. Gustavo Dominici,
Dott.ssa Antonella Ronchi
Partendo dalle esperienze cliniche accumulate negli anni dagli omeopati e riassunti nelle varie Materie Mediche, si prescrive il medicamento Plumbum metallicum secondo le indicazioni classiche: paresi, paralisi, ipotrofia, atrofia, tremori di varia origine, oltre a rallentamento intellettivo e perdita della memoria.
Si riportano tre casi clinici che confermano la correttezza delle indicazioni terapeutiche ed evidenziano come la terapia omeopatica possa migliorare la prognosi di alcune neuropatie nei confronti della terapia tradizionale.

Continua a leggere..

L'Omeopatia nella cura di una sindrome psichiatrica acuta

In un paziente con disturbo della personalità border line

IL MEDICO OMEOPATA n. 51 (Dicembre 2012)
Dott. Gustavo Dominici
L’Autore riporta il caso clinico di una donna di 65 anni in equilibrio psicologico precario (disturbo della personalità border line), che sfocia in una crisi psichiatrica acuta a causa di avvenimenti esterni. Una terapia omeopatica con il medicamento simillimum del caso riporta la paziente all’equilibrio precedente, che si conferma stabile nel tempo. L’Autore conclude che la medicina omeopatica classica può risolvere alcuni casi psichiatrici acuti, che richiederebbero altrimenti interventi farmacologici convenzionali, impegnativi e senza garanzia di vera guarigione.

Continua a leggere..

L'Omeopatia nella polmonite atipica primaria

Due casi risolti con la terapia omeopatica

IL MEDICO OMEOPATA n. 36 (Novembre 2007)
Dott. Gustavo Dominici
Per Polmonite Atipica Primaria si intendono tutte le forme di polmoniti virali o da microrganismi con caratteristiche intermedie tra i virus e i batteri.
Il trattamento antibiotico riduce il periodo febbrile e gli infiltrati polmonari e accelera la risoluzione dei sintomi, tuttavia non provoca una guarigione microbiologica. Molti Pazienti continuano a lamentare una sintomatologia sistemica con astenia e malessere generale per diverse settimane.
L’articolo mostra due casi clinici trattati omeopaticamente. Con la terapia omeopatica è possibile ottenere una guarigione completa, a volte più veloce, sempre priva di complicanze e senza prolungate convalescenze. Spesso al superamento della malattia fa seguito un miglioramento delle patologie croniche del Paziente.

Continua a leggere..
Vuoi prenotare la Visita Omeopatica? Prenota subito
Hello. Add your message here.