Continua a leggere..

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Hurricane_Isabel_from_ISS

L’occhio del ciclone

I germi che tornano di moda e altre cose

IL MEDICO OMEOPATA n. 72 (Dicembre 2019)
Dott. Gustavo Dominici
L’Omeopatia è stata sempre amata ed altrettanto odiata. Temuta piuttosto, non tanto per la piccola fetta di profitti che toglie al grande “business della salute” (più corretto sarebbe definirlo “della malattia”) – un granello di polvere – quanto perché riesce ad esistere ed a smentire clamorosamente ciò che si vorrebbe incontestabile come un dogma: la religione del farmaco.

Continua a leggere..

Una via eclettica

all'Omeopatia

IL MEDICO OMEOPATA n. 71 (Luglio 2019)
Dott. Gustavo Dominici
L’Italia ha sempre esercitato una forte attrazione. Come non venire, almeno una volta, in questa curiosa penisola protesa nel mar Mediterraneo, soggiornarvi, godere del clima, del cibo, dell’atmosfera rilassata. E magari rimanere per un po’. O per sempre. E così sin dall’antichità molte popolazioni l’hanno invasa, hanno creduto di farla propria, fondendo la loro cultura, il loro modo di vivere, il loro sangue con le genti del luogo,per poi scoprire che essi stessi erano diventati italiani.

Continua a leggere..
Dottoressa Alma Rodriguez

ALMA RODRIGUEZ

In ricordo della Dottoressa

IL MEDICO OMEOPATA n. 68 (Luglio 2018)
Dott. Gustavo Dominici
Era il 1981 e mi affacciavo non troppo timidamente al mondo omeopatico, saldamente aggrappato ad una scelta che si era fatta da sola. Incontrai il Professor Antonio Negro, ma quando iniziai a frequentare il 4° piano della Clinica Sant’Elisabetta per seguire la pratica, la persona con la quale realmente venni a contatto fu lei, la Dottoressa Alma Rodriguez, che forgiò dal di dentro il mio essere omeopata.

Continua a leggere..

L’emergenza come stile di vita

Elogio del pensiero e della riflessione

IL MEDICO OMEOPATA n. 67 (Marzo 2018)
Dott. Gustavo Dominici
Non c’è tempo per riflettere, non c’è tempo per valutare, occorre agire, subito. L’obiettivo è perseguito con tenacia ed efficienza, i mezzi a disposizione sono potenti, il risultato è assicurato. Che ci si renda conto o meno, tutti siamo coinvolti in questa nube purpurea. La salute delle persone è un campo elettivo di applicazione di questo modello. Si diffonde una notizia, tipo: epidemia di meningite (vera o falsa non importa), si estrapola un caso di meningite (sospetta o batterica o virale, non importa), si sbatte in prima pagina per giorni, si richiedono inderogabili interventi d’urgenza.

Continua a leggere..

La clinica dell'uomo

L' elemento soggettivo nella terapia

IL MEDICO OMEOPATA n. 65 (Luglio 2017
Dott. Gustavo Dominici
Inserire l’elemento soggettivo nell’anamnesi, diagnosi, prognosi e terapia sembra complicare la questione. Certamente, se si cerca esclusivamente la cura per la malattia, concentrati nell’oggettivizzazione, nella sintesi suprema del farmaco utile a tutti. Diversamente, se si guarda la faccenda da un’altra angolatura, quella dell’individuo umano malato, visto che di tale materiale stiamo trattando.

Continua a leggere..
vaccini-scontati-lombardia

La scienza senza verità

La colpevole rimozione dei danni da vaccino

IL MEDICO OMEOPATA n. 64 (Marzo 2017)
Dott. Gustavo Dominici
Siamo favorevoli o contrari alle vaccinazioni? Siamo favorevoli alla verità! Non sarà minacciando i medici, chiedendo loro di negare l’esperienza quotidiana o bruciandone qualcuno in piazza che si rimetteranno a posto le cose. Così come senza verità la scienza cessa di essere tale, senza dignità il medico non può essere utile ad alcuno.

Continua a leggere..
Young Girl having fun flying a multicoloured kite in the English countryside. Silhouette

Ah, Reggio di Calabria quanto lontana sei!

Il mondo già cambiato ed il prossimo congresso FIAMO

IL MEDICO OMEOPATA n. 63 Dicembre 2016)
Dott. Gustavo Dominici
Il mondo non sta cambiando, è già cambiato. Anche i nostri attuali o potenziali pazienti hanno subito delle mutazioni, non sempre positive. Alcune parole chiave potrebbero essere: volatilità, falsa emergenza, facile soluzione. Non possiamo che vivere il nostro tempo, tanto vale farlo con consapevolezza e mantenere intatto il nostro unico obiettivo: curare realmente gli esseri umani malati.

Continua a leggere..
virus

Noi e loro

Gli esseri umani ed i virus

IL MEDICO OMEOPATA n. 73 (Aprile 2020)
Dott. Gustavo Dominici
Siamo sistematicamente invasi dai virus. Facile rendersene conto quando si sta così tanto a contatto con i pazienti come accade a noi omeopati. Prendi molte telefonate che si assomigliano, persone diverse e non in contatto tra loro ti raccontano sintomi simili, seppure mai uguali. Poi, dopo qualche settimana qualcuno di questi sintomi varia, qualcuno scompare e qualcun altro si evidenzia ed è come se lo vedessi lo strano soggetto nell’abitacolo della sua navicella spaziale che ha modificato qualche parametro per essere magari più incisivo o per adattarsi egli stesso alle circostanze.

Continua a leggere..
Simillimum

Il Simillimum

L'impulso alla consapevolezza

IL MEDICO OMEOPATA n. 55 (Marzo 2014)
Dott. Gustavo Dominici
Cosa accade quando prescriviamo il Simillimum? Come possono pochi globulini di lattosio, impregnati di una sostanza altamente diluita e ripetutamente succussa, generare una modifica così profonda dell’individuo tale da accrescere la consapevolezza di sé? Nel mondo delle ipotesi si può annaspare a lungo senza trovare convincenti vie d’uscita. Nel mondo dell’empirismo, dove la concretezza dell’avvenimento è la luce che chiarisce il percorso, si possono constatare tali cambiamenti e si può mettere a punto la via migliore per raggiungerli, senza lasciarla al caso o all’intuizione del momento.Cosa accade quando prescriviamo il Simillimum?

Continua a leggere..
hip-hip-hurra

La Festa dell'Omeopatia

IL MEDICO OMEOPATA n. 52 (Aprile 2013)
Dott. Gustavo Dominici
Il 10 Aprile 1755 nasceva C. F. Samuel Hahnemann. Intorno a quella data ogni anno in tante città del mondo si festeggia l’Omeopatia. Anche a Roma.

Continua a leggere..
Pillole

Farmaci zero!

Abusiamo dei farmaci: quanto siamo consapevoli dei rischi che corriamo?

IL GRANULO n. 17 (Dicembre 2011)
Dott. Gustavo Dominici
E se assumessimo esclusivamente i farmaci cosiddetti salvavita e quelli per le emergenze? Il risultato è che la maggior parte di noi sarebbe drug-free, perché i farmaci realmente indispensabili sono proprio pochi e le emergenze vere sono drammaticamente rare.
Saremmo pericolosamente esposti a gravi rischi o beneficamente preservati da effetti collaterali? Abbiamo la reale consapevolezza che ogni farmaco è potenzialmente un veleno mortale? In fondo è solo questione di quantità. I danni attribuiti ai farmaci, incluse le morti, corrispondono alla realtà o sono fortemente sottostimati se non elusi?
A queste domande vanno date risposte, è veramente in gioco la nostra vita!

Continua a leggere..

Elogio della magia

Pensieri di un mattino di mezza Estate

IL MEDICO OMEOPATA n. 44 (Giugno 2010)
Dott. Gustavo Dominici
Io ritengo che si possa parlare di Magia quando si è di fronte ad energie sottili, invisibili e sconosciute, che possono essere rilevate solo per i loro effetti secondari, e quando, al tempo stesso, si conosce la tecnica per modificarle, cambiandone così la manifestazione. Nel momento in cui la conoscenza della loro natura risulti adeguata, esse entrano a buon diritto nella casa della Scienza.

Continua a leggere..

Tempo è stato, tempo sarà

IL MEDICO OMEOPATA n. 58 (Marzo 2015)
Dott. Gustavo Dominici
Non sono tempi favorevoli per la Medicina Omeopatica. Sin dalla sua nascita si sono alternate fasi di forte espansione ad altre di ridimensionamento. È ancora attuale il nostro metodo terapeutico? Esaminando i risultati ottenuti, le percentuali di miglioramento e la qualità delle risposte, si può affermare che la Medicina Omeopatica Classica ha uno spazio enorme da occupare.

Continua a leggere..
Lettera

La sottile linea rossa

Elogio della disciplina

IL MEDICO OMEOPATA n. 45 (Dicembre 2010)
Dott. Gustavo Dominici
Il metodo dell’Omeopatia Classica richiede una preparazione specifica al medico che lo pratica, che dovrà ri-nascere da una crisi di coscienza, come è accaduto a Samuel Hahnemann. La pratica dell’Omeopatia, nella sua accezione più elevata, è e sarà per ogni Omeopata parte integrante della sua evoluzione come individuo, ne sarà la sua disciplina interiore, il suo scopo.

Continua a leggere..
lochness

Elogio della condizione perfetta

I germi che tornano di moda e altre cose

IL MEDICO OMEOPATA n. 53 (Luglio 2013)
Dott. Gustavo Dominici
In estate bisogna rimanere calmi. Bisognerebbe sempre rimanere calmi, e lucidi, ma in estate di più. Le richieste di terapie lasciano troppo spesso il posto all’esigenza di spiegazioni, rassicurazioni, consolazioni.

Continua a leggere..
MAR-W561705-kYBG--1020x533@IlSole24Ore-Web

Efficacia e necessità della Medicina Omeopatica

Quelli dell'ultima spiaggia

IL MEDICO OMEOPATA n. 74 (Luglio 2020)
Dott. Gustavo Dominici
Il paziente omeopatico non è ancora una specie estinta. Il soggetto tipico si cura da anni con la Medicina Omeopatica, spesso tramandata dalla famiglia, vi si affida con equilibrio, è restio a prendere altri medicinali, lo fa solo in situazioni di emergenza. A volte nella sua storia ci sono state delle pause di qualche anno, poi è tornato con rinnovata fiducia, quasi pentito, perché: quando mi curavo con l’Omeopatia stavo meglio!

Continua a leggere..
115737169-2

L'attesa Dinamica

La cosa più difficile per un omeopata è saper aspettare (T.P. Paschero)

IL MEDICO OMEOPATA n. 54 (Dicembre 2013)
Dott. Gustavo Dominici
I risultati migliori si hanno quando si da’ tempo ai sintomi del paziente di manifestarsi con chiarezza, a noi stessi di raccogliere informazioni sufficienti, alla malattia di mostrarsi. Si può affermare che nell’ambito dell’Omeopatia Classica la guarigione di un caso il più delle volte è racchiusa in poche, decisive prescrizioni.

Continua a leggere..
killer

La necessità di un killer

Considerazioni sulla esasperata e pericolosa ricerca di un nemico esterno

IL MEDICO OMEOPATA n. 49 (Aprile 2012)
Dott. Gustavo Dominici
Ha ancora senso la figura del Medico che ascolta e studia il Paziente malato? Non basterebbe un tecnico diagnostico, laboratori attrezzati, ed infine un farmacologo che applichi un protocollo?

Continua a leggere..

Dell'entusiasmo e dell'inerzia

La non ineluttabilità della decadenza

IL MEDICO OMEOPATA n. 48 (Dicembre 2011)
Dott. Gustavo Dominici
Nulla è ineluttabile, in particolare la decadenza di un continente, di un paese, di un settore. Tutto dipende esclusivamente dagli individui che compongono tale comunità, dall’atteggiamento che decidono di assumere, se scelgono di contribuire o lasciarsi trascinare passivamente.

Continua a leggere..
antonio_negro

Elogio della leggerezza

Il mio ricordo di Antonio Negro

IL MEDICO OMEOPATA n. 43 (Aprile 2010)
Dott. Gustavo Dominici
Mi chiedo molto spesso, tutti i giorni, quale sia l’atteggiamento ottimale, lo stato dell’essere più idoneo per affrontare il nostro lavoro quotidiano con successo e senza esserne logorati. La risposta che sorge alla mia mente è estremamente sintetica: LA LEGGEREZZA.
Il ricordo del Prof. Antonio Negro mi riporta ad essa, ne diventa l’icona e mi spinge a rifletterci su.

Continua a leggere..
CAVALLUCCIO

Definire i limiti della ricerca

IL MEDICO OMEOPATA n. 56 (Giugno 2014)
Dott. Gustavo Dominici
Per prescrivere il Similimum di un caso occorre evidenziare i sintomi caratteristici del paziente. Questo obiettivo può essere raggiunto con apparente semplicità, in breve tempo, o può essere mancato, nonostante l’impegno. Per arrivare al risultato è importante delimitare il campo della ricerca, sapere con chiarezza cosa si cerca e cosa può creare confusione.

Continua a leggere..
Olivia - 6° giorno di malattia

Antibiotici e cortisonici!

Le terapie che salvano i medici

IL MEDICO OMEOPATA n. 75 – Dicembre 2020
Dott. Gustavo Dominici

Olivia ha 8 anni. E’ mia nipote. Sempre curata omeopaticamente,
non ha mai richiesto interventi troppo impegnativi: una telefonata,
magari due, un rimedio, magari un altro e la guarigione rapida. Quindi,
di fatto, come accade con le persone care, è stata curata senza mai essere realmente visitata come paziente in senso  stretto. Un errore.

Continua a leggere..
EDITORIALE - immagine senza nome

LA GIRANDOLA

Elogio della pazienza operosa

IL MEDICO OMEOPATA n. 61 (Marzo 2016)
Dott. Gustavo Dominici
Siamo immersi in un enorme vortice di chiacchiere ed immagini slegate dagli avvenimenti. Ciò nonostante una guarigione rimane una guarigione, così come un insuccesso rimane tale. Entrambi per sempre. In questa situazione ci sono due aspetti che non sono curiamo a sufficienza: la registrazione dei dati e la condivisione di essi.

Continua a leggere..
Reading and student college concept. Woman holding a pile of old books for studying. Female librarian hands. Copy space.

Per sempre studenti?

Riflessioni sulla didattica in Omeopatia

IL MEDICO OMEOPATA n. 76 (Maggio 2021)
Dott. Gustavo Dominici
Mi chiedo se noi omeopati siamo riusciti a rendere le nostre conoscenze sufficientemente duttili e quindi fruibili, adattandole ai tempi che cambiavano. Si impone una riflessione ed alcune risposte: c’è un modo migliore per insegnare il metodo di cura chiamato Omeopatia? Come possiamo adeguarlo ai nostri tempi senza snaturarlo? In definitiva: come possiamo trasformare gli studenti delle nostre scuole in omeopati?

Continua a leggere..
Vuoi prenotare la Visita Omeopatica? Clicca qui e prenota
Hello. Add your message here.